Ecco la lista dei lavori più richiesti dalle aziende dei prossimi 3 anni

 

Come cambierà il lavoro nel futuro?

Il mondo del lavoro si evolve e con lui le professionalità richieste dalle aziende. Per far fronte alle differenti necessità di una società in continuo cambiamento, i professionisti del domani dovranno differenziarsi da quelli del passato, avere una propria specifica identità ed esplorare ambiti differenti.

Le professioni del futuro non sono necessariamente nuove: quel che dovrà cambiare saranno le competenze, le specializzazioni e l’approccio con il mestiere. Ecco, dunque, quali saranno i lavori più richiesti dalle aziende nei prossimi 3 anni.

Professioni sanitarie sempre alte in classifica

Uno tra i mestieri più richiesti nei prossimi anni sarà quello dei badanti, uomini e donne indistintamente. In una società che invecchia e in cui l’aspettativa di vita si fa sempre più elevata, quello dei badanti è un mestiere fondamentale. Sia nelle strutture pubbliche e private, sia a domicilio, la richiesta di queste professionalità sta subendo una forte crescita negli ultimi anni. Occorre avere forza e pazienza per ottemperare a tutte le richieste degli anziani che vengono affidati ma anche una buona dimestichezza con le basi dell’infermieria, per compiere piccole mansioni come disinfezione e somministrazione medicine.

Sempre in ambito medico e sanitario, terapisti e fisioterapisti sono professionisti la cui richiesta è destinata a crescere nell’arco dei prossimi 3-5 anni. Queste figure professionali trovano ampio impiego in strutture pubbliche e private, presso centri sportivi e riabilitativi, anche in virtù delle nuove tecniche di riabilitazione che si stanno dimostrando efficaci per la cura e la terapia di patologie per le quali sembrava non ci fosse rimedio.

Tra i professionisti del settore sanitario che continueranno a trovare ampie fette di mercato da colonizzare nel prossimo futuro ci sono i medici, a patto che la loro formazione sia quanto più specializzata possibile. Infatti, nel mercato del futuro non basteranno più solo le grossolane specializzazioni nei settori principali (ortopedia, cardiologia, ginecologia ecc.) ma saranno richiesti livelli sempre più elevati, in modo tale che il medico diventi un estremo specialista. Particolarmente importanti saranno anche le aperture verso l’ingresso degli strumenti tecnologici, sia diagnostici che operativi, con la conseguente maggiore capacità d’utilizzo dei nuovi sistemi di cura.

Professioni industriali: declino ancora lontano

Tra i professionisti che nei prossimi 3 anni potrebbero avere un incremento delle richieste ci sono gli ingegneri energetici. Questa nuova figura professionale si inserisce nel mercato come esperto delle nuove energie, con particolare riferimento al settore delle rinnovabili: in una società alla continua ricerca di

soluzioni compatibili e sostenibili con l’ambiente, nelle aziende, soprattutto in quelle più grandi, questa figura professionale avrà sempre più spazio per consulenze e progettazioni eco-friendly.

Una figura ancora poco conosciuta ma che nei prossimi anni potrebbe entrare a far parte di diritto dell’organico delle aziende è quella dell’analista ricercatore, capace di analizzare tutte le più complicate sfaccettature del mercato per restituire dati utilizzabili per mettere a punto strategie di azione industriale. Si tratta di un professionista laureato in matematica o materie economiche con elevato senso critico.

Le professioni web ancora in ascesa

Il web è, forse, l’ambito in cui ci sarà la maggiore espansione lavorativa. Una delle figure professionali del prossimo futuro che troverà sicuramente impiego è quella dell’e-reputation manager. Ogni azienda, prossimamente, dovrà assicurarsi un professionista che sappia analizzare il web e lo scambio di informazioni che si svolge sulla rete, individuando le criticità del brand dal punto di vista dell’immagine in rete. La reputazione online di un brand sarà uno dei cardini delle strategie commerciali del futuro.

Un’altra figura altrettanto importante in questo senso è quella del web analyst, ossia l’analista del web: per ogni campagna adv intrapresa dall’azienda, l’analista ha il compito di vagliare quali sono stati i vantaggi e le criticità rilevate sul web, con ampia visione sulle strategie da adottare per una prossima campagna di successo, evitando le criticità di quelle precedenti.

Autore: Luca Collect per il blog di economia personale www.comefaresoldi360.com

Giulia Tramoni

Redazione ilmondoinformatico.it Autore

Ilmondoinformatico.it è un quotidiano online che ti tiene sempre informato sulle ultime notizie sulla tecnologia e telefonia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.