Investire in borsa online: strumenti e strategie

Nella lingua corrente è d’uso comune parlare di giocare in Borsa, intendendo l’attività di trading di azioni. Un termine del genere non è assolutamente corretto perché fuorviante. In Borsa non si gioca, si investe. Purtroppo sono ancora moltissimi coloro che pensano alla Borsa come ad una specie di grande gioco dove tutti possono vincere soldi. Peccato che chi inizia con queste idee, di solito, finisce per perdere dei soldi ed entrare a far parte del famoso parco buoi, cioè dell’insieme degli investitori che vengono sistematicamente privati dei loro soldi.
In effetti per investire in borsa online è assolutamente necessario utilizzare gli strumenti e le strategie giuste, altrimenti non si guadagna.
Ma qual è lo strumento perfetto per investire in Borsa? Molti direbbero che si tratta delle azioni, ma non è vero quasi mai. Le azioni sono consigliate solo per chi ha patrimoni milionari e ha un’ottica di investimento di lunghissimo periodo. Per tutti gli altri, l’azione in sé non è una buona idea. Il problema di fondo è che se io compro un’azione e il suo valore sale, guadagno. Se invece il suo valore scende, perdo soldi. Dunque questo tipo di investimento fa guadagnare soldi solo quando i mercati salgono e fa perdere quando scendono.
Il modo migliore per sfruttare i movimenti della borsa è costituito invece dagli strumenti derivati. Questi strumenti non sono affatto complessi come li si dipinge e hanno il vantaggio di far guadagnare l’investitore sia quando il mercato sale che quando scende. Quello che deve fare l’investitore è prevedere correttamente quello che sarà l’andamento futuro del prezzo dell’azione. Sottoscrivere un derivato significa, dunque, fare una previsione su quello che sarà il prezzo di un’azione, detta sottostante.
Tra i tipi di derivati più adatti a tradare azioni ci sono le opzioni binarie e i contratti per differenza. Questi tipi di derivati hanno differenti livelli di complessità ma sono caratterizzati da facilità d’uso, flessibilità e assenze di barriere di ingresso.
Se si ha l’intelligenza di scegliere i migliori broker è possibile cominciare a investire con un capitale iniziale di poche centinaia di euro e senza la necessità di una preparazione professionale. Questa facilità non deve però trarre in inganno: stiamo parlando di un investimento in capitale di rischio, non di un gioco. Molti principianti, proprio perché cominciare è così facile, iniziano a investire a caso o, ancora peggio, seguendo le indicazioni fornite dai media sussidiati. I risultati, anche in questo caso, sono pessimi.
Ci sono ottime strategie di investimento in borsa, alcune di esse sono anche molto facili da imparare e applicare, ma quello che conta davvero è pensare con la propria testa o al massimo affidarsi a trader realmente esperti.