A New York prende il via il piano solare dello stato

Lo Stato di New York punta sull’incremento del solare il Governatore Cuomo avvia il progetto K-Solar dedicato alle scuole e alle comunità che vogliono produrre energia.

 (Rinnovabili.it) – Un nuovo sindaco per la città e nuovi obiettivi energetici nel futuro dello Stato di New York, che ha intenzione di diventare energeticamente indipendente aumentando la quota di coperture solari presenti nella regione.

Lo ha comunicato il Governatore Andrew Cuomo durante l’annuale discorso State of the State, in occasione del quale ha rinnovato l’impegno per espandere l’iniziativa conosciuta come NY-Sun. Grazie al lancio di questa iniziativa, che risale al 2011, lo Stato è riuscito a quadruplicare la propria capacità solare istallata superando di gran lunga l’obiettivo, che mirata solo al raddoppio. La fase successiva del progetto sarà invece incentrata sulla diffusione e integrazione delle tecnologie solari nella rete facilitando così l’accesso al sistema da parte delle comunità e delle scuole che vogliono produrre energia verde.

 Adesso quindi il paese è pronto per dare il via a K-Solar, un nuovo regime che vuole aiutare le scuole ad affrontare i costi dell’istallazione di moduli solari e del collegamento alla rete oltre che della pianificazione degli interventi. “Nonostante la massiccia crescita in questo settore, ci sono ancora opportunità di espansione dell’energia solare in nuovi mercati”, ha dichiarato Cuomo.

 “Delle quasi 5.000 scuole pubbliche dello stato, molte sono ottime candidate per la produzione di energia solare, ma non sono state in grado di percorrere i canali burocratici per finanziarsi attraverso i risparmi energetici potenziali” ha aggiunto. Mentre praticamente ogni newyorkese paga per i programmi di energia rinnovabile attraverso le maggiorazioni in bolletta, gli installatori privati ​​hanno offerto i loro servizi per solo una frazione della popolazione dello stato, viene specificato nel nuovo piano.

 Oltre ad aumentare la produzione di energia il nuovo piano prevede di riuscire ad abbassare i costi aumentando la sicurezza energetica, dando spazio anche allo sviluppo della produzione di biogas oltre al lancio di un finanziamento da un miliardo di dollari concesso dalla Green Bank per aiutare l’incremento degli investimenti nelle tecnologie legate alle fonti energetiche rinnovabili. Per non lasciare da parte le conseguenze dei danni causati dal cambiamento climatico Cuomo ha proposto investimenti per 17 miliardi di dollari per incrementare la resilienza di New York, per evitare che eventuali uragani possano danneggiare la città come è stato per l’uragano Sandy. I progetti puntano infatti a rafforzare i rischio inondazione e aumentare la capacità di back-up della città oltre alla creazione di micro-reti che garantiscano la distruzione razionale e capillare dell’elettricità.

Fonte articolo: Rinnovabili.it